Volontari per un giorno

Opera San Francesco per i poveri.

Opera Cardinal Ferrari.

City Angels.

Tre associazioni con un unico obiettivo: avvicinare al mondo del volontariato, per un giorno, gruppi di studenti universitari che prima d’ora non hanno mai avuto questa occasione.

E’ nata con questo spirito la Giornata del Dono del 4 Ottobre 2014. La prima esperienza collettiva di volontariato organizzata dall’Università Bocconi.

 

Francesca Cavola, già attiva nel mondo del volontariato da diversi anni, è stata la referente del gruppo che in questa giornata si è recato presso la prima delle tre associazioni, e racconta così la sua esperienza:

Un sabato comune agli occhi di tutti, un giorno speciale agli occhi dei volontari e degli ospiti che si apprestavano a consumare il pranzo alla mensa dei frati cappuccini di viale Piave.

Forse perchè era San Francesco o forse perchè quel sabato la mensa era popolata di volti nuovi, tutto era in festa, le persone e persino il menu del giorno!

All’entrata della mensa una coda lunghissima della quale non si vedeva la fine attirava l’attenzione dei passanti. Volontari per un giorno provenienti dall’ Università Bocconi e operatori fissi della struttura, dalle 11,30 alle 14,30, hanno reso speciale il pranzo a 1326 persone che, chi più chi meno rapidamente, hanno consumato un insolito menu festivo. Venivano serviti tortellini in bianco, fettina di vitello con patate, dolce e frutta! 

C’era aria di festa, perchè, nonostante la povertà, le difficoltà, le barriere della vita che sembrano insormontabili, c’è sempre spazio per un sorriso. Quei 1326 volti erano ognuno una storia che voleva essere raccontata, che voleva uscire, a suo modo, attraverso gesti e parole.

È così che si è svolto il primo sabato “Community day” per la Bocconi, sabato di festa per gli ospiti, sabato di santità per i frati e sabato di nuove conoscenze per i volontari fissi di Opera San Francesco per i Poveri. Una giornata all’insegna del dono e della fratellanza che ha permesso a tante persone di stare insieme vivendo a pieno il valore della condivisione.”

10419467_10205164151011262_1261862471421135133_n

Ottavia Drago, nella sua prima esperienza di volontariato a Milano, descrive come si sono svolte le attività presso la seconda associazione:

“In occasione della Giornata del dono, insieme ad altri studenti, italiani e internazionali, dell’Università Bocconi di Milano, abbiamo deciso di dedicare il nostro tempo alla Onlus Opera Cardinal Ferrari. Ci siamo recati in mattinata al centro d’accoglienza, dove i volontari ci hanno ricevuti calorosamente.

Il presidente Pasquale Seddio ha presentato quindi la propria associazione: una struttura che offre assistenza ai poveri e agli emarginati, perlopiù anziani, senza lavoro e spesso portatori di disagi psico-fisici. Un team coeso di dipendenti e volontari che aiuta queste persone nella loro quotidianità. Il centro è aperto dalle 8 alle 17 e fornisce servizi di mensa, assistenza medica, igiene personale e socializzazione (è presente anche una biblioteca).

10721178_10204801154609620_839099797_n

Noi ci siamo poi divisi in gruppi e, aiutati dai volontari, abbiamo intrapreso diverse attività: chi ha aiutato a servire il pranzo, chi si è dedicato al giardinaggio (é stata tagliata l’erba, tolta l’edera e sono state sistemate le siepi) e infine chi ha preparato la tombola nel pomeriggio. 

Il valore di questa associazione è rappresentato dalle persone, in primis i volontari, la cui pazienza e determinazione sono il vero dono di questo centro. A seguire tutti coloro che vanno a cercare conforto e aiuto. Sono persone con storie molto diverse da raccontare e che non hanno bisogno solo di sostegno materiale ma anche di calore e affetto. Sono pronte non solo a ricevere un sorriso, ma anche e soprattutto a darlo, ed è questa l’importanza del volontariato: si tratta di uno scambio reciproco.

Nonostante non abbiano una casa, un lavoro e spesso una famiglia, nei loro occhi si legge felicità dell’essere lì. Il bello di questa giornata è stato lasciar da parte tutti i propri pensieri per dedicarsi a quelli degli altri.

Sue Yejue, a Chinese student, shared a different experience. The third and last association that took part to the Community day had a quite unusual approach to volunteering cause, but still effective. She tells her experience:

Last weekend I had a rewarding experience to attend Bocconi community day – City Angels.  It was my first time as a volunteer outside my country. I think it has given me a good opportunity to learn many things, perceive different cultures and make new friends.

10483987_516471765155863_3955011526170614609_n

That day, six Bocconi students met at the gathering point. We put on red-and-white City Angels uniforms and started together with a professional City Angels team. Firstly, we went to Milano Centrale station to distribute foods to help people in need. At that moment, we just smiled and tried to understand each other without language and national boundaries. Then, we inspected some metro stops to check if there was anything unusual. Fortunately, everything went well and there was no emergency situation. At last, we visited an old lady Maria who sat alone at one metro station. I could feel that Maria was very happy to see us.

Cina, whose name is exactly the same as my country name, was our group leader. He was very kind and explained much specialized knowledge in detail to us. Even though I could not understand Italian, I learned a lot with the help of the other students.

This time I simply donated my time and energy in several hours, but I gained valuable experience in return. I am looking forward to being a volunteer again!

 

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s